Suliman

Suliman il pazzo, Suliman il genio
Suliman il benefattore, Suliman l’assassino

Questi, e molti altri, aggettivi non sono assolutamente sufficienti per descrivere l’ecletticita’, la genialita’ e la follia di Suliman.

Suliman viene ritenuto dagli storici uno dei piu’ potenti maghi/stregoni che abbiano mai camminato su Valyn. Preceduto solo da Xanathar e Mordenkainen come fama, Suliman crebbe in un villaggio nei pressi di Nakara, figlio di padre e madre contadini entrambi.

Sin da bambino dimostro’ una spiccata attitudine per la magia e venne condotto ad approfondire gli studi presso l’accademia di Mizridoor.
Lascio’ l’accademia dopo soli 3 anni, all’eta’ di 13 anni appena, perche’ riteneva di aver appreso tutto cio’ che gli studi accademici avrebbero mai potuto insegnarli.

Comincio’ una vita fatta di vagabondaggio e, all’epoca, bighellonaggio, furtarelli e piccoli crimini. Divenne ben presto ricercato in vari stati dell’Impero, ma risulto’ sempre impossibile catturarlo e dopo qualche anno la sua leggenda era cresciuta a tal punto da essere nota fin ai confini nord-orientali dell’impero.

All’eta’ di 18 anni spari’, misteriosamente, e di lui non si seppe piu’ nulla per 9 anni.

Torno’, 27enne, a camminare per le strade di Valyn, ed il suo potere parve cresciuto ancora di piu’. I suoi crimini minori ormai dimenticati, Suliman condusse una vita da stregone errante, ammantandosi di mistero e comparendo sempre all’improvviso nei posti meno attesi.

Nessuno seppe mai cosa Suliman fece in quei 9 anni di assenza.

Divento’ famoso, oltre che per il suo immenso talento, per la sua peculiare mania di collezionismo nei confronti dei piu’ disparati artefatti o oggetti magici di cui venisse a conoscenza – il che, dato il suo sapere, includeva pressoche’ tutto cio’ che di magico esisteva su Valyn.

Al termine della sua lunghissima vita, 3 secoli or sono, Suliman costrui’ un vero e proprio mausoleo in un posto (allora) segreto, e si fece seppellire al suo interno, assieme a tutti gli artefatti collezionati in vita.

La tomba fu oggetto di ricerche da parte dei cacciatori di tesori per i secoli a venire. Circa cento anni or sono, un Halfling di nome Marik Windfleet riusci’ a scoprire la locazione della tomba – ossia su un’isola sita poco lontano dall’isola principale delle Isole del Drago, in direzione nord-occidentale.

Da allora, innumerevoli avventurieri e cercatori hanno tentato, invano, di varcare la soglia della tomba. La porta sembra inattaccabile, e la tomba stessa e’ costruita all’interno di una montagna difesa da un campo di anti-magia che rende futili tutti gli incantesimi contro di essa scagliati.

Un enigma campeggia scritto in rilievo sulla porta principale.
Un enigma che ha tenuto in scacco tutti per cento lunghissimi anni.

Suliman e’ il mio nome, ma questo gia’ lo sai,
e varcata questa soglia, esitare non potrai.
Ma qui abbiamo un problema, ed uno assai tosto,
solo un’assaggio di cio’ che sara’ il resto.
__
Il mio giudice infine sara’ il tempo soltanto
che tu ne abbia appieno o qui sara’ un tormento.
Seppur mai io riuscii ad evitare il lungo inverno,
In questo monumento saro’ per sempre eterno.
__
Forza non esiste che ti possa far entrare
ma la tua mente sola, che qua potrai provare.
Quindi attentamente pensa, o cercatore
E la soglia varcherai del mio ultimo splendore.

Suliman

Awakening sh0uzama