Awakening

Grimmerzhul vs Grimmerzhul

Stanchi, malconci e letteralmente al fondo delle vostre energie, vi rimettete in sesto e siete pronti per tornare indietro.

Uno dei Duergar al servizio di Melchor e’ vostro prigioniero, e vi conferma i sospetti – la famiglia Grimmerzhul stava effettivamente collaborando con l’Anello di Ferro.
Quali siano pero’ gli scopi ancora non lo sapete, ma in qualche modo siete sicuri che presto, molto presto, lo verrete a sapere.

Una breve occhiata alla caverna che contiene (ora) il cadavere di Stirrixx vi rivela buona parte degli orrori che li si compivano.
La follia di Melchor (o del demone che lo dominava) aveva portato questo gruppo dell’Anello di Ferro ad agire in modo completamente avulso dai canoni che li contraddistinguono.

Invece di rispetto ed adorazione per queste maestose ed antiche creature, ne sfruttavano il sangue ed il potere rimasto per creare sottospecie di drake sempre diverse e sempre piu’ letali, in modo che potessero servire agli scopi del loro folle leader.

La caverna e’ stata praticamente adibita a laboratorio di magia e alchimia, dove l’arcano potere demoniaco di Melchor si mescolava alla conoscenza antica dei Duergar e al sangue incantato di Stirrixx per generare creature che avreste volentieri fatto a meno di incontrare.


Tornati alle miniere, procedete a ritroso cercando di rimettere in formazioni i gruppi di soldati Duergar che qui vi avevano accompagnati e che erano rimasti a retroguardia.

Consegnate il prigioniero ai Duergar, ed inziate letteralmente a contare i superstiti. Sembra che le retrovie siano effettivamente state attaccate, a piu’ riprese, da qualche branco di drake e membri dell’Anello di Ferro, ma le difese hanno retto e nessuna unita’ e’ riuscita a sorprendervi alle spalle.

Riuniti con il grosso delle forze, ed usciti dalle miniere dei Grimmerzhul, venite informati da un messaggero che Cronia vuole vedervi. Sembra che la Sala dei Sette Pilastri sia caduta nelle mani della famiglia traditrice.

Giunti da Cronia avete la conferma dei vostri timori. Il piano di Lord Grimmerzhul ora vi sembra fin troppo chiaro.
Pur ignorandone lo scopo finale, e’ evidente che qualcosa vada fatto per impedire che il traditore riesca a portare a fine i suoi obiettivi, e la riconquista della cittadella Duergar sembra essere l’unica vostra speranza per poter tornare alla superficie.

Decidete quindi, di comune accordo con Cronia, di condurre un attacco coordinato. Mentre il grosso delle truppe, con Cronia alla guida, assaltera’ la cittadella da piu’ punti, voi vi infiltrerete di nascosto, cercando di arrivare il piu’ rapidamente possibile alla Torre della Magia, dove (sapete di per certo) Lord Grimmerzhul sta cercando di sottrarre il controllo dei golem e delle difese magiche al padre di Cronia.

Ad accompagnarvi sara’ un alleato inaspettato: Marnak Grimmerzhul, uno dei figli di Lord Grimmerzhul. Venuto a conoscenza del sordido piano del padre, Marnak si e’ opposto con tutte le sue forze, andando contro il volere del suo capofamiglia e cercando di sabotarne le operazioni.
La punizione, purtroppo, e’ stata esemplare. La lingua gli e’ stata recisa, ed un occhio bruciato – oltre naturalmente alla cacciata dalla cittadella.
Il suo desiderio di vendetta brucia di una fiamma inestinguibile, ed e’ proprio lui a farvi da guida nei cunicoli che percorrono il sottosuolo della Sala dei Sette Pilastri.

Arrivare alla Torre non e’ facile, e a piu’ riprese i Duergar fedeli a Grimmerzhul ed i golem Minotauri (che, scoprite con orrore, non sono piu’ vincolati al controllo dei medaglioni) vi si fanno incontro.
La vostra risolutezza ha la meglio sui vostri avversari, pero’, e riuscite finalmente a raggiungere il vostro obiettivo, mentre Cronia sferra attacchi ripetuti e alternati agli ingressi della cittadella, distraendo il grosso delle guardie.

All’interno della Torre vi attende pero’ una spiacevole sorpresa. Il fratello di Marnak, Gracken Grimmerzhul, ha organizzato una festa di benvenuto proprio in vostro onore.

Comments

sh0uzama

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.