Awakening

Farewell to the Deeps

I minuti che seguono la disfatta di Lord Grimmerzhul sono piuttosto confusi.
Xan inizia a trovare irresistibile l’attrazione che il portale esercita sulla sua persona, si avvicina al portale stesso ed invece di invertire il rituale e chiudere il passaggio verso lo Shadowfell, tocca con una mano la superficie semiliquida che separa le due dimensioni.
L’effetto e’ immediato. Completamente fuori controllo, Xan si volta verso Alarion e scaglia contro di lui un dardo di pura energia necrotica. Il chierico di Solace, gia’ indebolito dal combattimento, viene completamente travolto dall’incantesimo e gettato a terra morente.
Xan riacquista coscienza di se’ dopo questo istante, realizza quanto avvenuto ed Erik, a grandi falcate, si avvicina al mago minacciandolo armi in pugno.
Il clima di tensione perdura per qualche minuto, il tempo di prestare le cure ad Alarion, ma ora che la vera natura di Xanathar e’ stata mostrata al gruppo nulla sara’ mai piu’ come prima.

Poco dopo, Cronia accompagnata da un manipolo di guardie irrompe nella sala. Realizza che finalmente la minaccia dei Grimmerzhul e’ solo un ricordo, e vi informa che le rimanenti forze fedeli ai traditori sono state debellate o si sono arrese. E’ davvero finita.

Marnak viene arrestato delle guardie di Cronia. Non oppone alcuna resistenza, in quanto sa che le leggi duergar prevedono la sua condanna, in quanto membro della famiglia traditrice, indipendentemente da cio’ che ha fatto per sventare il tradimento stesso.

Passate qualche giorno, di meritato riposo, alla taverna di Barna. La Sala dei Sette Pilastri e’ ovviamente in piena ricostruzione, sia materiale che politica, ed ormai non venite piu’ considerati degli estranei com’e’ sinora avvenuto.
Notizie da Cronia non tardano ad arrivare: il consiglio (ricostituito dai membri piu’ insigni della Torre della Magia) vuole vedervi.
Alla riunione partecipa anche Cronia, e venite formalmente ringraziati e ricompensati per le vostre gesta. Il consiglio vuole comunque tenere fede alla parola data dal padre di Cronia, e quindi garantire la vostra uscita dai Passaggi Profondi.
Vi vengono proposte 2 scelte: la prima, usare un vecchio passaggio usato dai duergar per commerciare con la superficie. Il passaggio e’ stato chiuso e sbarrato in quanto infestato da viverne. La seconda riguarda invece usare un eldritch bridge (un ponte arcano) per teletrasportarvi al di la’ della frana causata dal terremoto.

Vi prendete un po’ di tempo per decidere, ed intanto venite a conoscenza del destino di Marnak: stando alle leggi duergar, verra’ condannato a morte come il resto dei traditori, e giustiziato pubblicamente.

Il giorno dopo vi ripresentate di fronte al consiglio con la vostra decisione, e cioe’ quella di usare l’eldritch bridge. In piu’, con una lunga discussione, riuscite a convincere i membri del consiglio che Marnak vada graziato. Seppur controvoglia, la vostra proposta viene accettata. Marnak non verra’ giustiziato, ma sara’ comunque esiliato, e questo segreto dovra’ rimanere vostro e soltanto vostro in quanto creerebbe un precedente troppo pericoloso per la gestione della citta’.

Tutto e’ pronto dunque per la vostra partenza. Venite accolti sempre all’interno della Torre della Magia, in una stanza adibita al rituale, prendete posizione all’interno di un cerchio runico tracciato dal pavimento, e Cronia stessa si occupa di formulare l’incantesimo, aiutata da altri maghi duergar, come commiato personale.

Il rituale dura pochi minuti, e sembrerebbe procedere bene, quando all’improvviso la Ebonhand di Xan entra in qualche modo in risonanza con l’incantesimo, e la sfera di energia che avrebbe dovuto tranquillamente avvolgervi e istantaneamente teletrasportarvi oltre la frana comincia invece a sfrigolare come acqua colpita da un fulmine.
La situazione precipita prima che possiate reagire. Vedete Cronia gridare qualcosa, ed i suoi aiutanti con lei, ma non riuscite a sentirli. E poi, con uno lampo accecante ed un tuono assordante, tutto svanisce.

Il lampo e la luce ambientale sono poco clementi con i vostri occhi reduci da mesi di vita sotterranea.
Non appena la vista vi si abitua, realizzate di essere non al di la’ della frana, ma in superficie. E siete anche certi di un’altra cosa: che non si tratti della superficie di Valyn.

Fate appena in tempo a capire di essere in una radura situata in un qualche reame nel Feywild che l’aria attorno a voi si riempie di grida.

Un manipolo di soldati eladrin si sta teletrasportando a scatti successivi verso di voi, quasi accerchiandovi!
Vi rendete immediatamente conto che vi stanno scambiando per qualcun altro, ma non avete molta altra scelta se non rispondere all’offensiva.

Ancora confusi dal subitaneo cambiamento di piano e soprattutto disorientati dalla situazione, vi gettate nello scontro in modo disorganizzato, consentendo agli eladrin di mettervi in serissima difficolta’.
Alarion ed Erik cadono in battaglia, privi di sensi, e Xan ed Orkon preferiscono gettare le armi ed arrendersi per cercare di salvare i compagni piuttosto di rischiare la vita di tutti.

Gli eladrin si dimostrano piuttosto amichevoli una volta avuta la vostra resa. Lasciano che prestiate le cure ai vostri compagni, e per prudenza requisiscono le vostre armi e vi legano. Verrete scortati, vi dicono, presso il conestabile di Riverglow.

Riverglow. Il nome evoca qualcosa di remoto nella mente di Xan.

Comments

sh0uzama

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.